Perché fa così male sentirci rifiutati?



Ecco che cosa accade quando ci sentiamo rifiutati o abbandonati.

Primo si apre nel nostro "giardino segreto" quel profondo senso di inadeguatezza, che è sepolto da molto tempo e che non vorremmo mai più riprovare. È una ferita mai guarita che prende il nome di "Vergogna" verso noi stessi e verso gli altri.

Secondo, attiviamo un'altra ferita. Si chiama "Abbandono" ed è sempre pronta a riaprirsi nel nostro profondo. È quella paura terribile che abbiamo incontrato quando eravamo molto piccoli, quando siamo stati lasciate soli, a volte non accuditi, trascurati e non ci siamo sentiti amati.

Sono ferite che hanno radici molto antiche e che risalgono alla nostra infanzia, quando vivevamo in mondo fatto di straordinarie scoperte ma soprattutto di paure.

È possibile uscire dalla paura generata da tutto questo dolore?

La risposta è sì. Ma, naturalmente occorre un percorso per il quale occorre coraggio.

Prova intanto a rispondere con sincerità, parlando al tuo cuore:

Come è stata l’ultima volta in cui hai provato un rifiuto o un abbandono?

  1. Lo hai vissuto come un trauma o uno stato di Shock’?

  2. Hai provato Vergogna?

  3. Oppure Rabbia?

  4. È arrivata l’onda implacabile della tristezza?

  5. E il velo nero della depressione?


Se hai piacere, prova a scrivere e a esternare senza vergogna queste tue emozioni così delicate. E se non vuoi farlo in pubblico, prova a scriverle sulla chat, oppure su un foglio di carta. Poi fai un profondo respira e osserva come stai nel tuo "Qui e Ora"

Potrebbe essere il primo passo per vedere che cosa ti serve adesso, in questo momento, per affrontare la tua vita con la serenità che merita.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti